Nell’immaginario collettivo si ritiene che l’apparecchio ortodontico sia utilizzabile solo in età pediatrica o adolescenziale. In realtà però non è così! Non è detto, infatti, che anche se ormai si è adulti non si possa ottenere comunque un sorriso smagliante e sano.

Apparecchio denti per adulti: differenze rispetto all’età pediatrica

L’ortodonzia – ossia la disciplina che si occupa di raddrizzare i denti – è una branca specialistica dell'odontoiatria e ormai la sua applicazione anche in età adulta è sempre più comune. Si parla di ortodonzia in età adulta quando la dentizione permanente e la crescita delle ossa del cranio (in particolare delle ossa mascellari) è ormai completa.

Mentre nei bambini e adolescenti si può quindi intervenire anche sulla crescita delle ossa, ciò non è possibile negli adulti. Essendo infatti la crescita ossea terminata, con l’apparecchio ortodontico posizionato in età adulta si può intervenire solamente sui movimenti dentali. Nonostante ciò, soprattutto se ci si affida a mani esperte, i risultati al termine del trattamento possono essere comunque ottimi.

 

Vuoi saperne di più sulle possibili soluzioni   per allineare i tuoi denti (anche da adulti)? Scarica l'ebook gratuito e scopri tutto sull'ortodonzia per adulti

 

Va detto che, proprio a causa dell’intervento limitato ai soli movimenti dentali, il trattamento in età adulta avrà una durata maggiore rispetto ad una terapia effettuata in età pediatrica.

Al termine del trattamento, poi, sarà anche necessario utilizzare un apparecchio di contenzione che servirà per mantenere nel tempo i risultati ottenuti.

 

Perché raddrizzare i denti anche “da grandi”?

L’ortodonzia ha lo scopo di intervenire su numerose malocclusioni. Ma cosa sono? Si ha una malocclusione quando i denti dell’arcata superiore non sono allineati perfettamente con quelli dell’arcata inferiore.

Queste problematiche possono essere congenite – e quindi manifestarsi sin dall’eruzione dei primi denti – sia acquisite, dovute cioè ad abitudini viziate come il succhiamento del pollice, il prolungato e continuato utilizzo del ciuccio o il serramento e digrignamento dentale (altrimenti detto bruxismo).

Le malocclusioni più frequenti sono:

  • Diastema: si verifica quando c’è troppo spazio tra i denti (è molto frequente nella zona degli incisivi);
  • Affollamento: in questo caso, invece, lo spazio è troppo poco e i denti risultano “appiccicati” l’uno all’altro non avendo perciò il giusto spazio per crescere;
  • Morso incrociato (cross bite): i denti inferiori sporgono su quelli superiori (in situazione di normalità invece accade esattamente il contrario);
  • Morso profondo (deep bite): si ha quando i denti anteriori dell’arcata superiore coprono eccessivamente quelli dell’arcata inferiore;
  • Morso aperto (open bite): si verifica quando i denti davanti non entrano in contatto, mentre quelli posteriori (molari e premolari) si toccano.

Le malocclusioni possono provocare diversi problemi, tra cui cervicalgia (la cosiddetta “cervicale”), mal di schiena, mal di testa ed acufene (ronzii alle orecchie). Risolvere una malocclusione può quindi portare ad un beneficio non solo dal punto di vista estetico ma anche all’intero organismo, offrendo l’occasione di migliorare alcuni disturbi che possono essere alquanto fastidiosi.

 

Come raddrizzare i denti storti da adulti?

Oltre ai classici apparecchi comunemente noti, da alcuni anni sono state sviluppate delle nuove metodiche per raddrizzare i denti. L’apparecchio fisso o mobile, infatti, per un paziente adulto è spesso motivo di disagio, soprattutto in fatto di estetica. Le nuove tecnologie proposte hanno proprio lo scopo di ovviare a tale problematica.

È possibile rendere invisibile (o quasi) l’apparecchio ortodontico. Come? Le soluzioni sono sostanzialmente due: l’apparecchio linguale e il metodo Invisalign.

Il primo prevede il posizionamento di attacchi con o senza brackets sul lato linguale/palatale (ossia rivolto verso la lingua o il palato) dei denti. In tal modo gli elementi che compongono l’apparecchio non sono visibili.

Invisalign invece è una tecnica che prevede l’uso di mascherine personalizzate realizzate su misura per ogni paziente e praticamente invisibili. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste!

 

L’apparecchio denti per adulti… invisibile!

Rappresenta l’ultima frontiera in fatto di ortodonzia invisibile. Con questo nuovo metodo – scelto già da milioni di persone in tutto il mondo – non saranno più necessari brackets o fili metallici per allineare i tuoi denti. Ti basteranno soltanto le mascherine invisibili, chiamate aligner, create su misura per te!

Queste mascherine dovranno essere sostituite ogni una o due settimane, in modo da seguire il graduale processo di allineamento dentale. Gli aligner, per un risultato ottimale nei tempi previsti, dovrebbero essere portate per circa 22 ore al giorno e possono essere facilmente rimossi per mangiare ed effettuare le normali manovre di igiene domiciliare. Nessun problema quindi con cibo, spazzolino e filo interdentale!

Alla fine del trattamento ti verranno consegnati i Vivera retainers, che ti permetteranno di conservare il tuo nuovo sorriso smagliante. Cosa aspetti? Prova e sfoggia una dentatura perfetta. Non dimenticare però di affidarti sempre a professionisti esperti e competenti!

 

ortodonzia per adulti ebook

Topics: Apparecchio